Trasloco nel letto "da grandi": quando, e come

quando lasciare il lettino con le sbarre

Il letto "da grandi", per intenderci, è il letto senza sbarre, quello di dimensioni normali nel quale può dormire anche un adulto. Quando effettuare il fatidico passaggio dal lettino con le sbarre a un normo-letto? Non ci sono indicazioni precise a riguardo, e molto dipende anche da come e quando i genitori intendono arredare la cameretta, da quanti fratelli e sorelle si hanno, e da quali letti si scelgono (quelli dell'IKEA, per esempio, sono allungabili e la lunghezza intermedia è di 1 metro e 65 cm circa).

In linea di massima, comunque, tra i 3 ed i 4 anni i bimbi devono abbandonare il lettino con le sbarre, diventato troppo piccolo, e traslocare nel letto da grandi. L'estate, sinonimo anche di vacanze, può costituire un ottimo momento per il distacco, o almeno per "testare" se il bimbo è pronto per questo distacco. Andando in vacanza, per esempio, potremo decidere di lasciare a casa il lettino da campeggio e fargli provare un letto normale.

Una precauzione, ed un avvertimento. La precauzione da tenere: se il nostro bimbo si muove ancora molto durante il sonno, potrebbe cadere dal letto. Procuriamoci una sponda letto, da fissare sotto il materasso. Le sponde letto sono di lunghezza variabile (in genere 90 cm e 150 cm, anche la più corta sarà sufficiente a proteggere il bimbo da eventuali cadute) e costano intorno ai 25,00 €. L'avvertimento: le prime notti il bimbo prenderà sonno meno facilmente del solito, trovandosi in un letto nuovo. E' normale: dobbiamo avere pazienza, e non cedere alla tentazione di farlo addormentare nel lettone. Presto, il nuovo letto sarà per lui tanto insostituibile come quello che ha appena abbandonato.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail