Scarpine per bambini: Melania, Primigi e Grunland ovvero il made in Italy di qualità che fa risparmiare

Scarpe Melania con Pooh
Che scarpe comprare per i nostri bambini? In tre anni ne ho fatta di esperienza e sono giunta alla conclusione che i consigli esposti nello studio della mia pediatra sono assolutamente da seguire. Oltre a quello che già sappiamo (plantare, tallone sostenuto, morbidezza) e che Lorenza ha ben sintetizzato nel blog, posso aggiungere che tradizione e prezzo sono due fattori rilevanti.

Nello studio della mia pediatra una delle indicazioni diceva: non devono costare troppo. Girando nei vari negozi, a caccia di offerte, mi sono resa conto che un buon rapporto qualità prezzo lo offrono proprio i marchi nazionali. Per la mia bambina ho usato spesso le polacchine Melania e le ho trovate comode e resistenti. Lo stesso mi è accaduto con le storiche Primigi.

Una piacevole sopresa, in estate, sono stati i sandaletti della Grunland, marchio tutto italiano malgrado il nome. La Ben, per dirne una, ha un piccolo problema alle dita dei piedi e dunque le scarpe devono avere un plantare comodo e largo che ne impedisca l'accavallamento. Con i sandaletti Grunland ho risolto il problema e ho notato che non la fanno sudare eccessivamente.

Quando i prezzi sono alti, vado a cercare le marche preferite nei negozi che vendono i campionari. A volte sono utili gli outlet. Soprattutto se privilegiamo modelli semplici non avremo nessun problema ad acquistare modelli degli anni precedenti. Se invece vogliamo essere alla moda o fare un regalino ai nostri piccoli, ognuno di questi marchi ha linee legate a personaggi famosi, come Melania con Pooh, o decorazioni che luccicano e che ci consentiranno si sbizarrirci.

Foto | Melania

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: