La nausea prima del ciclo è tra i sintomi della gravidanza?


Avete una forte nausea ma non è influenza? Avete pensato di fare un test di gravidanza? Proprio così, questo è uno dei sintomi della gravidanza più tipici e spesso le donne, più sospettose e argute, verificano il concepimento prima che si manifesti il salto del ciclo mestruale proprio per questo disturbo. La nausea colpisce quasi l’80 percento delle donne incinte e in alcuni rari casi è davvero invalidante.

In linea di massima il problema si presenta nel primo trimestre, soprattutto dalla sesta settimana, per poi sparire da solo al termine del terzo mese. La nausea è dovuta all’ormone hCG, la gonadotropina corionica umana, prodotta dall’embrione, che durante la gestazione s’innalza notevolmente.

Il termine tecnico per definire questa sorta di indisposizione è nausea mattutina, perché colpisce le donne dalla mattina presto, quando sono ancora a digiuno, e le accompagna fino all’ora di pranzo. Come abbiamo anticipato, il disturbo scompare verso la 15esima settimana, ma una piccola percentuale di gestanti continua ad avvertire la nausea fino al parto. È abbastanza raro, ma può succedere.

Oltre alla gonadotropina corionica umana, contribuiscono al problema anche gli estrogeni, che accentuano la sensibilità agli odori, in più lo stomaco in alcune donne si fa più sensibile (per esempio aumenta la sensazione di gonfiore e l’acidità gastrica). È molto importante quindi non restare per troppe ore a digiuno (fate sempre delle piccole merende a base di cibi secchi) e cercare di aiutarsi con del ghiaccio, dei ghiaccioli e magari dei rimedi naturali, quale lo zenzero. Mi raccomando, il vomito disidrata molto: bevete tanta acqua.

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail