Cosa fare se un neonato di 1 mese ha il raffreddore o non dorme


Il raffreddore può colpire davvero tutti, anche i neonati. Purtroppo le mamme possono stare molto attente, ma potrebbe bastare portarlo in luogo pubblico o semplicemente farlo prendere in braccio da un adulto infetto. I virus responsabili del raffreddore sono tantissimi e non è possibile proteggerli da tutti.

Tenete poi conto che attraverso il naso, il corpo filtra l’aria e trattiene nel muco tutte le impurità, tra cui i virus. È proprio quindi all’interno del nasino del bimbo che si crea l’ambiente perfetto per lo sviluppo di eventuali infezioni nasali. Aggiungiamo che il neonato sa respirare solo attraverso il naso: per lui il raffreddore è davvero una malattia fastidiosa e invalidante.

Come bisogna agire? Prima di tutto consultate il pediatra per un’eventuale terapia farmacologica. Non prendete iniziative personali, soprattutto evitate di dargli dei farmaci. Poi usate un umidificatore, nella stanza del piccolo, per ridurre la secchezza nelle narici e di conseguenza la possibilità che continui a crearsi il tappo. Il bambino, infatti, rischia l’apnea.

Il naso poi va lavato con della soluzione fisiologica, la trovate tranquillamente in farmacia. In commercio ci sono delle fialette apposite per i neonati e anche delle pompettine o aspiratori nasali, con cui effettuare la pulizia. Semmai potreste usare una semplice siringa, ovviamente senza ago. Liberare il naso aiuterà il bimbo a respirare meglio e di conseguenza anche a dormire. Purtroppo, infatti, il raffreddore può ostacolare anche il sonno.

Infine, un ultimo consiglio: se il piccolo non sta bene, è meglio tenerlo a casa. Evitate di portarlo fuori, perché un po’ d’aria fredda, una corrente potrebbero far subentrare anche della febbre.

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail