Come preparare i bambini ad ambientarsi all’asilo

asiloIl momento del distacco dalla mamma è sempre doloroso per entrambi ma abituare i bambini gradualmente a stare con altri coetanei e a fare a meno della presenza costante della mamma è importante per evitare troppe lacrime e scene da fare impietosire la più burbera delle persone alla vista del pargolo disperato che non vuole rimanere all’asilo.

Molti asili ormai prevedono periodi di prova in cui il bambino inizia a frequentare per poche ore al giorno alcune attività della ludoteca, solitamente creative, con la presenza rassicurante della propria mamma durante tutto il tempo. Abituarsi ad un ambiente gradualmente giova più che vedersi lasciare da un giorno all’altro in un luogo mai visto prima con maestre e bambini appena conosciuti.

Ma si può iniziare a preparare il bambino alla condivisione di spazi e tempo anche prima, scegliendo per i giochi pomeridiani un parco frequentato da altre mamme e bambini dove il vostro pargolo inizierà a destreggiarsi tra le prime regole sociali dello stare insieme: condividere i giocattoli, rispettare gli spazi altrui, interagire con gli altri bambini che non siano i già noti cuginetti e vicini di casa.

Anche parlare al bambino raccontandogli cosa potrà aspettarsi all’asilo è un modo per farli familiarizzare con ciò che accadrà una volta che comincerà a frequentarlo. Se poi l’asilo lo avete già visitato insieme sarà più facile ricordargli quello che più lo aveva colpito.

Iniziate a creare, prima ancora del momento di andare all’asilo, una specie di piccolo rito del saluto tutto speciale tra voi e loro. Il momento del distacco all’asilo avrà la familiarità di ogni giorno se ripeterete il gesto del saluto e indurrà il vostro bambino a credere che tornerete a prenderlo come quando lo lasciate dai nonni.

Se l’asilo ha una routine ben stabilita, informatevi. Per qualche giorno potrete abituare il bambino, già a casa, a seguire una determinata sequenza di azioni che ripeterà anche all’asilo, anche spostando leggermente gli orari dei pasti perché coincidano con quelli dell’asilo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail