Qual è il peso ideale nei bambini e come correggere l'alimentazione


Il peso ideale è un parametro molto importante per la salute dei bambini, soprattutto considerando che oltre il 33 percento dei piccoli italiani è in sovrappeso o obeso. Queste condizioni sono estremamente pericolose per il loro futuro, perché sono maggiormente esposti all’insorgere di malattie cardiocircolatorie, anche in giovane età, diabete e tumore. Come si calcola il peso ideale?

Si può utilizzare il classico indicatore dell’indice di massa corporea (peso in kg diviso per l’altezza in centimetri) che dovrebbe dare dei parametri indicanti sottopeso, normopeso e sovrappeso. Attenzione però a prendere questo dato con un po’ di criticità. L’Imc non tiene in considerazione davvero tanti fattori, tra cui la massa ossea o quella muscolare. Ogni bambino, infatti, può avere un peso maggiore o minore del 10 percento ed essere perfettamente normale.

Per fare in modo che il piccolo non sia troppo magro o troppo grasso, è fondamentale prestare attenzione all’alimentazione. Secondo la dieta mediterranea, il piccolo deve mangiare 5 volte al giorno: colazione, pranzo e cena più due spuntini. Devono evitare pasti troppo calorici, sforzarsi di consumare 5 porzioni di frutta e verdura al dì (per esempio le merende sono l’occasione per una mangiare una banana, un bel frullato, ma anche una macedonia con il gelato).

Il peso si tiene poi controllato anche facendo sport. I bambini italiani sono troppo sedentari, hanno una muscolatura mediamente meno sviluppata di quella dei loro genitori alla stessa età e non fanno abbastanza movimento. Fare ginnastica vuol dire seguire un corso a scelta almeno due volte la settimana, ma anche passeggiare ed evitare di andare in macchina per ogni piccola commissione. Ricordiamo, infine, un’ultima cosa: il vostro bambino non mangia? Ne siete sicuri? Se il suo peso è nella norma, non dovete obbligarlo.

Foto| Tm News

  • shares
  • Mail