Per l'allattamento al seno ecco cosa mangiare e come essere in salute

dieta-e-allattamentoDopo tanta attesa per il bambino, l'impegno a non ingrassare troppo e ad alimentarsi in maniera sana ed equilibrata, una volta nato il piccolo, i sacrifici per una mamma non sono finiti, anzi sono appena cominciati, soprattutto se decide per l'allattamento al seno.

Per la mamma che allatta c'è una spesa di energia supplementare di almeno 500 calorie al giorno. Una sana ed equilibrata alimentazione è quindi importante per lei e per il piccolo, anche perchè dalla dieta della madre dipende anche la quantità di latte prodotta. In linea generale è bene assumere vitamina B9 -acido folico- se non lo si è fatto nel corso della gravidanza, bere acqua, evitare alcolici, e assumere più proteine. Ma cosa mangiare e come essere in salute?

Latte e latticini a basso contenuto di grassi, cereali, frutta, olio extra vergine di oliva, verdura, acqua oligominerale non gasata a basso contenuto di sodio -tutti i giorni-

Carne rossa, legumi, frutta secca, pesce -tre volte a settimana-

Burro e uova -una o due volte a settimana-

Ad ogni modo, ci sono degli alimenti controindicati durante l'allattamento per il cattivo sapore che possono dare al latte, rendendolo sgradevole al neonato come cipolla, prezzemolo, carciofi, asparagi, cavoli, sedano, rape, porri, spezie, agrumi.

Se notiamo che il piccolo ha dei fastidi al pancino o soffre di colichette gassose, è giusto evitare cibi che possono disturbare il bambino. In particolare, è meglio cercare di capire cosa si è mangiato negli ultimi due giorni per scoprire cosa possa avergli dato fastidio, prima di togliere più di un alimento dalla dieta. Gli alimenti potenzialmente allergizzanti che possono dare questo genere di disturbi sono arachidi, crostacei, molluschi, frutta secca, cioccolata, fragole, selvaggina, alimenti a base di uova crude, dadi da brodo, alimenti conservati, formaggi fermentati.

Via | Women's Health - OBG
Foto | ©TM News

  • shares
  • Mail