Ha preso il via ieri la Settimana Mondiale dell’Allattamento al Seno dell’Unicef, che anche quest’anno ha rinnovato il suo impegno per rafforzare le politiche nazionali a sostegno dell’allattamento. Per quale motivo? Secondo le stime dell’Unicef, in questo modo si potrebbe prevenire ogni anno la morte di 1 milione di bambini, con meno di 5 anni, nei Paesi in via di sviluppo.

Il latte materno è da sempre la sostanza migliore per il neonato, perché oltre a fornirgli il giusto apporto nutrizionale, ne potenzia il sistema immunitario. L’allattamento previene, infatti, malattie come la diarrea e la polmonite, che possono sembrare patologie da poco, ma sono invece fatali a milioni di bimbi.

Attualmente il tasso relativo all’allattamento è fermo: si è passati dal 32% del 1995 al 39% nel 2010. Il motivo? Sicuramente il marketing a sostegno di prodotti alternativi, quali il latte artificiale, ha sicuramente distolto molte madri dall’importanza del loro latte. Attenzione, questa non è una campagna contro l’allattamento artificiale, che ha salvato moltissimi bambini, ma contro un uso improprio di questa tecnica alternativa. Anthony Lake, Direttore Generale dell’Unicef, ha dichiarato:

Se l’allattamento al seno fosse stato promosso in modo più efficace e le donne fossero state protette dal marketing aggressivo dei sostituti al latte materno, oggi molti più bambini sarebbero sopravvissuti e cresciuti, ci sarebbe stata una minore incidenza di malattie e tassi più bassi di malnutrizione e arresto della crescita.

Probabilmente è necessario creare delle campagne informative un po’ più efficaci. Ricordiamo inoltre che questa settimana cade un’altra importante ricorrenza: è il 10° anniversario della Strategia Globale per l’alimentazione dei neonati e dei bambini. Per questo motivo, i leader mondiali si sono riuniti a giugno a Washington per rinnovare l’ “Impegno per la sopravvivenza dei bambini”. In Italia, la settimana per l’allattamento terminerà il 7 ottobre.

Foto| Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più

Il vero robot di Gundam si muove

Altro su Cronaca Leggi tutto