Insegnare a parlare ai nostri bimbi: con le Carezzacarte

carezzacarte usborneAbbiamo già parlato più volte (e continueremo a farlo, tenendovi aggiornate sulle ultime uscite) dei Carezzalibri delle Edizioni Usborne, libri con diverse esperienze tattili che stimolano la crescita del bambino. Bene, in libreria abbiamo trovato una novità per l'estate, particolarmente adatta alle gite e alla vita di spiaggia: le Carezzacarte.

Le Carezzacarte sono 12 schede, di dimensioni adatte per essere tenute facilmente in mano da un bambino (le dimensioni sono 17,4x11,4 cm), con inserti tattili, esattamente come i libri. Ogni scheda riporta, sia sul fronte sia sul retro, un oggetto o un animale facilmente riconoscibile da un bimbo (l'aeroplano, il taxi, il cane, il gatto e così via): l'unica differenza è che sul retro, oltre ad essere disegnato l'oggetto o l'animale, è scritta anche la parola.

Le Carezzacarte mi hanno ricordato molto il sistema di stimolazione tempestiva che i miei bimbi facevano all'asilo nido: si tratta di un sistema di apprendimento, poco conosciuto in Italia, che fa leva sulle grandi capacità di apprendimento dei bimbi piccoli, e nello stesso è abbastanza breve e immediato da non risultare noioso. Mostrando loro le immagini e associandole con il suono corrispondente, i bimbi impareranno le parole. Una volta imparata la pronuncia delle parole, possono passare ad associare gli oggetti raffigurati con la parola scritta.

Adatte ai bimbi dai 12 mesi in su, le Carezzacarte costano 8,00 € e sono in vendita nelle librerie, oppure online su Hoepli, Bol, Fnac e altri siti.

  • shares
  • Mail