L'anestesia epidurale per il parto è pericolosa? I rischi e gli effetti collaterali

rischi anestesia epidurale

Un argomento molto delicato e tanto discusso negli ultimi anni, partorire in modo completamente naturale o cedere al sollievo del dolore che solo un aiuto medico-farmacologico può dare? Tanti i dubbi e ancora tanti i miti da sfatare sull'anestesia epidurale per il parto. Molte mamme hanno paura che possa in qualche maniera nuocere al bambino nella pancia, altre sono tradizionaliste, il parto deve essere come natura vuole, e molte altre invece per paura del dolore acconsentono senza tanti ma e se. C'è da dire che tante mamme cambiano idea anche all'ultimo minuto, quando il dolore si fa troppo forte, in certi casi insopportabile. Una piccola premessa da fare è che non tutte le donne e non tutti i parti sono uguali, si parla di travagli corti e lunghi, parti molto dolorosi e altri molto meno. Ciò dipende in linea di massima dalla fortuna o meglio dalla caratteristiche fisiche e psicologiche della futura mamma. C'è anche da ricordare che l'anestesia non in tutti i casi funziona come si vorrebbe. Ma è pericolosa? Quali sono i rischi e gli effetti collaterali?

Gli effetti collaterali dell'anestesia epidurale ci sono eccome, come in ogni intervento chirurgico, ma per fortuna i più gravi, come ad esempio un danno permanente ad un nervo o al midollo, oppure una sofferenza fetale, sono molto rari. I più comuni sono il dolore o bruciore nella parte della schiena dove è stato inserito l'ago. L'anestesia può anche causare un calo improvviso della pressione sanguigna, per questo motivo la pressione deve essere sempre controllata da ostetriche e infermiere, o un forte mal di testa (1% delle donne). In pochi casi si avverte dopo la puntura una sensazione di nausea e vomito. Frequentemente invece si ha un rallentamento del parto e le contrazioni diventano deboli ed inefficaci, soprattutto nella fase espulsiva, rendendola difficile e a volte richiedendo la necessità di effettuare un parto cesareo.

In casi in cui ci sono alcuni problemi di salute non può essere somministrata, quindi è di vitale importanza, parlare di tutti i disturbi sia sofferti in gravidanza che genetici, con l'anestesista e prima ancora con il ginecologo, per evitare complicazioni sgradite. E per il bambino? Ci sono ancora molte ricerche scientifiche in corso per scoprire come influisce l'epidurale sul neonato, alcune dichiarano che il bambino diventa più pigro nell'ultima fase del parto, ed altre che potrebbe avere problemi con l'allattamento al seno.

Via | farmaco e cura

  • shares
  • Mail