Le dosi per l'allattamento artificiale: qual è la quantità giusta di latte per il tuo bambino?


Si discute molto di allattamento artificiale relazionato all’obesità infantile. Alcuni studi, infatti, dimostrano che molti bimbi che prendono il latte in polvere siano decisamente in sovrappeso. Per quale motivo? Ovviamente perché mamma e papà sbagliano le dosi. È davvero importantissimo stare attenti al quantitativo e seguire le indicazioni del proprio medico.

Non esiste una dose universale, quanto una regola generale che dovrebbe variare in base al peso del bimbo, ma anche all’età. Partite dal presupposto che il bimbo non prende mai la stessa quantità di latte a ogni poppata, soprattutto i primi due mesi. Fate quindi una stima quotidiana di quello che dovrebbe essere la dose e ottimizzatela nel corso della giornata.

Per verificare che tutto vada per il meglio esiste la bilancia: un bimbo dovrebbe cresce tra i 100 e i 200 grammi la settimana, nel primo trimestre. Se si sta nutrendo nel modo opportuno, dovrebbero essere rispettati questi parametri. Si dice che per fare un calcolo corretto del latte da dare al bimbo, sia sufficiente rispettare la seguente formula matematica: peso in chili del piccolo x 150, diviso il numero dei pasti. Considerate che un neonato fa circa 6 poppate al giorno, una ogni 3/4 ore.

Per la preparazione del biberon ricordate che il latte va mediamente diluito in acqua: 1 cucchiaino ogni 30 grammi. Leggete comunque sulla confezione la giusta proporzione e attenetevi scrupolosamente. Il latte artificiale è decisamente più calorico di quello materno e non bisogna esagerare. Non scaldate mai troppo il biberon, deve essere leggermente tiepido, proprio come il latte materno.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail