L'aspartame in gravidanza è pericoloso? Ecco i rischi che corrono mamma e bambino


L’aspartame è un dolcificante molto noto e anche molto discusso, perché ha la fama di essere dannoso per la salute (alcuni studi sostengono che sia cancerogeno). Potrebbe esserlo ancor di più, durante la gravidanza, in quanto ai danni dell’aspartame non è esposta solo la mamma, ma anche il bambino.

L’aspartame è aggiunto purtroppo a moltissimi prodotti, soprattutto quelli considerati light o sugar free. Tra i principali rischi durante la gravidanza, c’è quello di provocare il parto prematuro. Per difendersi è molto importante, fare attenzione alla propria alimentazione, evitando sostanze zuccherate artificialmente e a base di cola.

Tenete conto che secondo le ultime ricerche una lattina di coca al dì aumenta del 27 percento il rischio nascita prematura, con quattro si può arrivare anche a un più 78 percento. Dobbiamo leggere questa notizia, tra l’altro all’interno di un contesto particolare: quello delle gravidanze di oggi, spesso frutto della fecondazione in vitro e gemellare.

È necessario ridurre al minimo gli agenti esterni che possono in qualche cosa minare l’ottimo risultato della gravidanza o causare un parto pretermine. Aggiungiamo poi un secondo elemento: molte mamme ossessionate dalla forma fisica scelgono in gestazione una dieta ipocalorica per non prendere peso. Allora, ingrassare troppo fa male, ma un aumento di circa 9/12 chili è abbastanza normale. Non è quindi salutare fare il pieno di prodotti light nella speranza di accumulare i famosi chili in più. Molto meglio seguire una dieta ben equilibrata.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail