Come costruire un aquilone per divertirsi all'aria aperta


Quanta poesia c’è in un aquilone che vola? I bambini restano davvero incantati davanti a queste bellissime e leggere strutture che si muovono in cielo trasportate dall’aria. L’avventura più bella, però, è costruire un aquilone con il proprio cucciolo, scegliere il luogo giusto, attendere che tiri un po’ di brezza e sperimentare insieme il lancio. Cosa ci vuole per realizzare questo progetto?

In realtà non molto. Fare un aquilone è abbastanza semplice, anche se ci sono diverse regole da rispettare. Muniamoci quindi di bacchette in legno, possibilmente di bambù, affinché siano leggere, e un po’ di spago. Quello più adatto è lo spago da cucina: è molto resistente, ma di piccolo spessore. Dotatevi poi di nastro adesivo, ago, filo di nylon (totalmente trasparente), una carta leggerissima, come quella velina, forbici e colla.

La prima cosa da fare è costruire la struttura: tagliate in bambù in due legnetti, uno da 60 cm e l’altro da 40 cm. Incrociateli formando una croce con angoli retti. Devono ovviamente cadere a metà uno dell’altro. Fissate il punto con il filo. Poi fate passare la corda, tra le estremità, per dare forza e resistenza all’impalcatura.

Ora prendete bene le misure e create un rombo con le misure dei lati pari a quelle della croce. Come si fissa il materiale? La carta va fissata con del nastro adesivo, se invece avete usato del tessuto, come quello dei paracadute, allora potrete cucire i lati con il filo di nylon. Ora vi serve un ultimo elemento lo spago da fissare all’aquilone per coordinarlo durante il volo. Il gioco è fatto: domani, è Ferragosto, andate in spiaggia e fate il battesimo del volo.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail