Coraline è una bambina stufa di un mondo che non funziona e ne sogna uno migliore. Un giorno finalmente lo trova: come Alice nel paese delle meraviglie, deve passare attraverso una porta nel muro per raggiungerlo. Ma quello che sembra un mondo perfetto, con genitori sempre allegri e regali e dolci in quantità si trasformerà ben presto in una trappola. Se avete amato Nightmare before Christmas non potrete non amare Coraline, scritto da Neil Gaiman e diretto da Henry Selick.

Per quanto riguarda i nostri pargoli, io non lo proporrei prima dei cinque-sei anni, ma questo dipende anche da cosa sono abituati a vedere. Per la Ben, ad esempio, aspetterò un po’. Intanto vi lascio con una curiosità trovata sulla rivista Wired: i fiori di ciliegio del film sono 250 mila popcorn e sono state realizzate molte Coraline snodabili e 150 differenti set per questa mega produzione, la cui grandezza sta proprio nel lavoro manuale e nell’inventiva dei singoli artisti e artigiani che hanno realizzato set, pupazzi, vestiti, animali.

Sempre Wired recensisce entusiasticamente il lungometraggio perché esce dai soliti stereotipi narrativi ed eliminando ogni buonismo riporta un po’ di sana cattiveria nella storia. Da Cineblog ci giunge invece un’altra curiosità: la trama sarebbe stata suggerita a Neil Gaiman da sua figlia che, a cinque anni, cercava di attirare l’attenzione del papà sempre concentrato sul lavoro, suggerendogli storie che parlavano di bambine. Come dire: ad ascoltare i nostri figli ci guadagnamo sempre.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cinema e Video Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Virus Gentilus per sconfiggere il Coronavirus