Cosa fare contro il vomito nei bambini e quando preoccuparsi

Tante volte ci spaventiamo a morte se i nostri bambini stanno male, soprattutto le prime volte, quando vomitano e sembra che stiano per svenire da un momento all'altro. Cosa fare quindi contro il vomito nei bambini e quando preoccuparsi? Calma e sangue freddo, prima di tutto bisogna considerare alcuni aspetti importanti tra cui l'età del bambino, la durata dei sintomi, la quantità e il tipo di vomito, l'eventuale presenza di febbre alta, diarrea e dolore, il fatto che si tratti del primo episodio o se il bambino è già stato male nei giorni precedenti.

Il caso più comune è il vomito occasionale acuto, cioè episodi sporadici che si verificano all'improvviso e a causa di malattie infettive come l'influenza, l'otite, la faringite e la gastroenterite. In queste situazioni, anche se è sempre meglio una visita veloce o una telefonata di consolazione al pediatra, il vomito passa quando si guarisce (di solito in pochi giorni). Cosa bisogna fare? I classici rimedi della nonna sono perfetti, ovvero cibi leggeri, in bianco, semi-solidi come minestrine o riso per asciugare e ripristinare i liquidi e i sali minerali persi. Fare bere il bambino ma non troppo, perchè vomitare liquidi è ancora più spiacevole, meglio non acqua ma thè con limone o camomilla.

Cosa fare in caso di vomito nei bambini e quando preoccuparsi

Mentre un caso all'opposto è quello del vomito frequente, continuo nel tempo e ricorrente, che passa anche per alcuni giorni e poi ritorna. In gergo viene chiamato vomito ciclico o acetonico, per l'odore caratteristico dell'alito e dell'urina. Causato da una produzione eccessiva di corpi chetonici, l'acetone viene quando nell'organismo, in carenza di zuccheri, non viene più garantita una corretta combustione delle scorie acide provenienti dal metabolismo dei grassi. Il vomito compare spesso con mal di testa, mal di pancia e febbre. In queste situazioni, bisogna sempre rivolgersi al pediatra, il rischio è la disidratazione o la scorretta assimilazione di vitamine importanti per l'organismo.

Quando preoccuparsi? Se il vomito avviene dopo un colpo alla testa, ovvero un trauma cranico dovuto a un colpo violento alla testa, anche a distanza di ore, bisogna portare il bambino al Pronto Soccorso. Idem se riguarda un bambino molto piccolo, lattante o sotto l'anno, se è frequente e continuo, è necessaria una visita accurata da parte del pediatra.

Via | Saniinforma

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail