Febbre estiva nei bambini a causa di caldo e stress: ecco cosa fare


La febbre estiva è un appuntamento annuale per molti bambini, vittime del caldo ma anche dello stress delle vacanze. Se per noi adulti andare in ferie è una meraviglia, a volte non è lo stesso per i nostri cuccioli che hanno bisogno di non affrontare lunghi viaggi e tremendi sbalzi di temperatura. Risultato? Raffreddamento e febbroni.

Cari genitori, non fatevi prendere dall’ansia e soprattutto non pensate subito a qualche virus. La prima cosa fa fare è cercare di far calare la temperatura, possibilmente con impacchi freschi (fazzoletti bagnati e tanto ghiaccio). Se poi non dovesse passare, chiamate il pediatra e seguendo i consigli del medico somministrate del paracetamolo.

Di solito questa febbre dura un paio di giorni, il tempo di riprendersi dallo stress del viaggio e magari da un colpo di calore. Spesso il caldo manda letteralmente in tilt il corpo e come sapete i bambini hanno maggiore difficoltà a regolare la propria temperatura. Per prevenire la febbre fate in modo che il piccolo stia sempre in luoghi temperati, che l’aria condizionata non sia troppo forte e che non esca nei momenti più caldi.

Fate bere moltissimo il vostro cucciolo, sia con la febbre che senza. Ci vuole dell’acqua a temperatura ambiente e qualche bella spremuta. E poi aiutatelo con un’alimentazione fresca e ricca di frutta e verdura, perfette per fare il pieno di sali minerali e di vitamine.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail