Stanchezza in gravidanza, come combatterla

Ecco alcune dritte utili per combattere uno degli effetti collaterali della gravidanza: la stanchezza e l'annesso di spossatezza

Stanchezza in gravidanza come combatterla

Tra i fastidi più comuni legati alla gravidanza c'è la stanchezza, specie nel primo trimestre. Non è solo la nausea, dunque, ad accompagnare la futura mamma nel primissimo periodo della dolce attesa: anche la tipica sensazione di spossatezza fa la sua parte. Ecco qualche consiglio utile per combatterla nel migliore dei modi.


  • Ascoltare il proprio corpo: così facendo non si sbaglia mai. Nel caso abbiate già programmato un'uscita o altro appuntamento ma non vi sentiate in grado di affrontarli basterà non sforzarvi e rimandare l'impegno di turno. In fondo cosa può essere più importante di voi stesse e del vostro piccolo?

  • Non fare le ore piccole. Andare a letto presto consente di recuperare le energie ed affrontare al meglio la giornata con gli annessi imprevisti. Non solo: nel caso in cui ne sentiate il bisogno fate un riposino pomeridiano o in qualunque altro momento riteniate opportuno.

  • Affrontare la stanchezza in gravidanza diventa più semplice quando intorno a noi abbiamo compagni, familiari ed amici sui quali poter contare. Chiedere non costa nulla: loro, di contro, saranno sicuramente felici di supportarvi in un momento tanto delicato.

  • Non strafare: non sobbarcatevi troppi impegni. La casa non deve essere necessariamente perfetta e voi stesse non dovete varcarne la soglia costantemente impeccabili.

  • Fare sport. Potrebbe sembrare una contraddizione ma dedicarsi ad un'attività fisica, seppure blanda come una passaggiata o lo yoga, può aiutare a combattere il senso di spossatezza legato alla gravidanza.

  • Anche l'alimentazione gioca la sua parte: evitate di consumare pasti troppo ricchi e pesanti, elaborati e unti. Preferite piuttosto degli spuntini leggeri a base di frutta fresca che, oltre a fare bene, è particolarmente gradevole.


Foto | M Sundstrom

  • shares
  • Mail