La storia di questa breve filastrocca è controversa: somiglia ad una nenia e al tempo stesso ha qualcosa dei canti da cow boy carichi di malinconia e di atmosfere da vaste praterie americane, ma in fin dei conti è pur sempre una canzoncina per bambini che si presta ad essere una ninna nanna per la dolcezza della melodia e delle parole. Un ottimo spunto anche per parlare della natura e della nostalgia dei propri cari lontani in attesa di poter riabbracciare, per esempio, i nonni che vivono in un’altra regione?

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cinema e Video Leggi tutto