Bambini e amicizia, quando basta una canzone

Uno studio sulla mostra dimostra che i bambini consolidano le amicizie anche sulla base della condivisione della stessa musica.

bambini musica

La musica non è soltanto un importante intrattenimento e una materia di studio, per i bambini può essere uno strumento attraverso cui sviluppare una precoce sensibilità soprattutto ai rapporti sociali. Lo ha dimostrato uno studio apparso su Cognition sulle dinamiche tra bambini in età prescolare e la loro precoce sensibilità alla selettività sociale.

Elizabeth Spelke dell’Università di Harvard, una delle più celebri studiose dei processi cognitivi in età evolutiva, ha condotto uno studio sui bimbi di 4 o 5 anni facendogli ascoltare due diverse melodie, presentandole come le preferite di altri due bambini i cui volti comparivano sullo schermo di un computer contemporaneamente alla musica. Una delle due canzoni era nota ai bimbi. Come hanno risposto alla domanda: chi vorrei essere amico? Il bambino la cui canzone preferita era proprio quella che conoscevano anche loro.

Dei due motivetti ascoltati, solamente uno era noto ai piccoli soggetti impegnati nel test. Alla domanda “di chi vorresti diventare amico” essi indicavano sempre il bambino la cui canzone preferita era proprio quella nota anche a loro. La Ilaria Grazzani, responsabile del Gruppo di ricerca sullo sviluppo della social cognition e del Laboratorio di ricerca in psicologia dello Sviluppo dell’Università di Milano-Bicocca, ha commentato:


«Fin da piccoli i bambini si trovano bene con chi condivide le loro stesse conoscenze, non solo relative alla musica, ma anche a molti altri aspetti che riguardano l’identità dell’individuo, come il modo di vestirsi, di parlare e di gesticolare».

Via | LaStampa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail