Devo ammetterlo: da quando ho bimbi, ho ricominciato a considerare la frequentazione dei cosiddetti “parchi di divertimento”. Ero particolarmente curiosa di andare al parco acquatico di Oltremare, a Riccione, che mi sembrava adatto anche agli under 6 (a differenza di Gardaland o dell’Aquafan, per esempio, per i quali mi sa che dovremo aspettare ancora qualche anno!) e, devo essere sincera, il parco si è dimostrato “all’altezza dei piccoli”.

Oltremare è stato interamente pensato e costruito intorno all’attrazione principale, ossia al bellissimo spettacolo dei delfini (otto in tutto, tra cui Ulisse, il delfino curioso dello spot), che si svolge nella cosiddetta Laguna, un anfiteatro con grandi piscine nelle quali nuotano i delfini (le piscine, peraltro, sono visibili anche “da sotto”). Due gli spettacoli in programma ogni giorno, uno al mattino verso le 11:30 ed uno al pomeriggio intorno alle 17:00: gli orari variano costantemente, per cui è bene informarsi sull’ora esatta e prendere posto per tempo, perché gli spalti sono sempre pieni zeppi.

Oltre alla Laguna, la nuova attrazione che piacerà anche ai più piccoli è Adventure Island, una sorta di isola dove è possibile andare su barconi che devono essere guidati, sparando getti d’acqua ai “nemici” sulle altre barche e a terra: è bene mettersi in costume, o munirsi delle cerate in vendita all’ingresso. Adventure Island è peraltro l’unica attrazione per la quale è necessario stare in coda, dato che il resto del parco è costruito in modo tale da non creare code e attese snervanti, soprattutto con i bambini.

Molto belli sono anche il giardino di Darwin, una sorta di ricostruzione in serra della foresta primordiale, con alligatori (veri) e due dinosauri semoventi (finti, ma che i bambini crederanno essere veri, vi assicuro), e Hippocampus, un padiglione-acquario interamente dedicato ai cavallucci marini. C’è poi la ricostruzione del delta del Po, con animali in libertà, l’Oasi dei Rapaci (in voliere, chiaramente, ma in programma ogni giorno due spettacoli con un falconiere) e la Fattoria Didattica. Interessante, ma purtroppo poco considerato dai visitatori, un angolo didattico nel quale si fa vedere ai bambini come il petrolio e la plastica creino danni irreparabili all’ambiente marino.

Infine, ma solo per i papà o per i bimbi dai 5 anni in su, c’è lo spettacolo nel cinema I-Max, con lo schermo più grande d’Europa: un filmato in 3D (a scelta, sul mare o sui dinosauri) davvero molto bello, ma inadatto ai bimbi piccoli che non tengono su i malefici occhiali. Lo spettacolo va prenotato all’acquisto del biglietto, che comprende tutte le attrazioni e che costa 24,00 € per gli adulti e 18,00 € per i bambini dai 6 ai 12 anni. I bambini fino a 5 anni entrano gratis (ricordarsi di portare un documento).

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cronaca Leggi tutto