Bambini con la tosse: mandarli a scuola o tenerli a casa

Se i bambini hanno la tosse, è bene tenerli a casa o si possono mandare lo stesso a scuola?

tosse-nei-bambini.jpg

I bambini durante la stagione invernale hanno spesso la tosse e il raffreddore e mamma e papà si fanno sempre la stessa domanda: giusto mandarli a scuola o sarebbe meglio tenerli a casa? Sicuramente se i bambini hanno la febbre, sentiamo di doverli tenere a casa, anche su consiglio del pediatra, ma non appena la febbre finisce, li rimandiamo a scuola.

Quando è bene, invece, continuare a tenerli a casa, anche se hanno solo tosse e raffreddore? Gli esperti consigliano di non avere fretta, soprattutto prima dei sei anni, quando il sistema immunitario dei bambini non è ancora sviluppato a sufficienza ed essendo già deboli potrebbero contrarre altri virus o, al contrario, contagiare i propri compagni di classe.

Secondo Giuseppe Mele, presidente dell’Osservatorio nazionale per la salute dell’infanzia e dell’adolescenza Paidòss, intervistato da Corriere:

Le più comuni affezioni delle vie aeree, anche le più banali (come riniti, otiti o faringiti,ndr), richiedono dai cinque ai sette giorni per risolversi: rimandare a scuola un bambino non ancora ben guarito significa esporlo a malattie ricorrenti. Le rinosinusiti, ad esempio, sono spesso conseguenza di raffreddori non curati bene, in cui l’infezione “fuori controllo” si estende ai seni paranasali.

Una giusta convalescenza permette ai bambini di tornare a scuola pi forti e non ammalarsi di nuovo e di continuo, magari qualcosa di peggio. Meglio chiedere al pediatra quali sono i tempi migliori di rientro per i nostri bambini.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail