Celiachia: meglio diagnosticarla sin dalla culla

pasta Sempre più persone soffrono di celiachia, un allergia alimentare che rende intolleranti al glutine. Ora sembra che un test genetico possa svelare la predisposizione a contrarre questa malattia sin dalla nascita attraverso analisi genetiche effettuate sulle cellule staminali del cordone ombelicale.

La Swiss Stem Cell Bank di Lugano, banca per la conservazione del sangue da cordone ombelicale , per esempio, propone analisi specifiche a chi deposita le staminali cordonali in modo da poter individuare i segnali di questa malattia senza dover attendere che i sintomi si possano manifestare nel tempo.

Benché siano pressoché sconosciute le cause, molti casi presentano una predisposizione genetica: i figli di celiaci sono maggiormente predisposti a contrarre la malattia nel corso della loro vita. Molti avvertono i sintomi di allergia al glutine già da piccoli, ma molti altri lo scoprono solamente in età adulta.

Una malattia che si sta diffondendo sempre più. Secondo alcuni dati, infatti, i casi di celiachia sarebbero quadruplicati negli ultimi 50 anni nei soli Stati Uniti. Situazione simile in Italia dove il censimento dei celiaci fatto dal Ministero della Salute per il 2007 conta oltre 64mila persone, ma il numero potrebbe arrivare fino a 400mila.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail