La filastrocca per bambini "Se i libri fossero" di Roberto Piumini

Ecco come trasmettere ai bambini l'amore per la lettura attraverso la filastrocca di Roberto Piumini

bambino-legge.jpg

Non è mai troppo presto per iniziare a trasmettere ai bambini l'amore per la lettura. I libri, lo impareranno presto, rappresentano dei preziosi alleati per la loro crescita culturale e personale. Se già a pochi mesi di vita mostrano interesse per le pagine di riviste e giornali, figuriamoci quando saranno in grado di leggere e scoprire come la fantasia non abbia limiti e come un libro ti possa veramente cambiare la vita.

Proprio a questi è dedicata la filastrocca "Se i libri fossero" di Roberto Piumini. Tratta da "C'era un bambino profumato di latte", è un semplice componimento destinato ai lettori in erba. Attraverso termini semplici e tanto cari ai bimbi, evidenzia l'importanza della lettura e suggerisce "tra le righe" di non perdere occasione per dedicarvisi.

Tra i consigli degli esperti per avvicinare i bambini alla lettura c'è quello di regalare loro più libri, di portarli spesso in biblioteca e di leggere insieme a loro. Intanto, però, perchè non recitare questa filastrocca semplice e divertente? Ecco, di seguito, il testo.

Se i libri fossero


Se i libri fossero di torrone,
ne leggerei uno a colazione.

Se un libro fosse fatto di prosciutto,
a mezzogiorno lo leggerei tutto.

Se i libri fossero di marmellata,
a merenda darei una ripassata.

Se i libri fossero frutta candita,
li sfoglierei leccandomi le dita.

Se un libro fosse di burro e panna,
lo leggerei prima della nanna.

Foto | Via Pinterest

  • shares
  • Mail