Come fare i castelli sulla spiaggia

castelli Quest'anno mio figlio sta sperimentando le prime gioie della vacanza al mare e con lui anch'io - ahimè - devo darmi da fare per far sì che non si annoi. L'anno scorso era troppo piccolo, ma ora che ha diciotto mesi i giochi con secchiello, paletta e rastrello sono perfetti.

Perchè non fargli scoprire com'è bello e soddisfacente costruire un castello di sabbia? Peccato che io non ricordi molto della mia infanzia balneare e, quindi, in fatto di castelli sto imparando tante cose. La prima è che è importante scegliere bene il punto della spiaggia in cui c'è la sabbia più adatta che deve essere priva di residui di ogni tipo: dai sassolini, alle pietre e alle conchiglie.

Sto imparando poi a mie spese quanto sia importante anche scegliere bene il luogo della spiaggia più idoneo: vicino alla battigia, ma non troppo perchè altrimenti il mare mangerà il castello quasi subito. Possibilmente evitiamo anche le zone in cui ci sono molti bambini piccoli che potrebbero danneggire il nostro capolavoro.

Infine, gli attrezzi: i secchielli sono fondamentali, così come le palette di vario tipo e le formine che ci aiuteranno a decorare la nostra creazione. Sto sperimentando poi che può essere utile avere anche a portata di mano uno spruzzino con dentro dell'acqua per inumidire la sabbia mentre la lavoriamo.

Se poi vogliamo strafare, proviamo a portarci addirittura dei secchi, di quelli che usiamo a casa per lavare il pavimento. Per creare il tetto del nostro castello, può essere d'aiuto anche un imbuto attraverso cui far passare la sabbia da accumulare. Provate a portare anche delle spatole, tipo quelle che si usano per livellare i dolci e anche delle cannucce per soffiare via la sabbia di troppo. Tra gli attrezzi che possono fare la differenza, anche gli stecchini dei gelati con cui costruire recinti e tutto ciò che la fantasia ci suggerisce.

Per chi volesse saperne di più, c'è anche un sito interamente dedicato alla costruzione di castelli di sabbia con tanto di disegni, foto e spiegazioni su come realizzare i vari tipi.

Foto | Martha Stewart

  • shares
  • Mail