L'appello dei docenti universitari: a scuola non si impara bene l'italiano

Regole che di solito si apprendono alla primaria, non sono conosciute dai ragazzi che vanno all'Università.

grammatica italiana

600 docenti universitari hanno sottoscritto un appello molto preoccupante, che sottolinea l'incapacità di moltissimi studenti italiani di scrivere correttamente in italiano. I ragazzi arrivano all'Università senza aver appreso e assimilato le più basilari regole della grammatica italiana, quelle che di solito si imparano durante la scuola primaria.

Gli accademici italiani, nel loro appello inviato al Governo, al parlamento e alla ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, lamentano la scarsa conoscenza dell'italiano da parte degli studenti.

A fronte di una situazione così preoccupante il governo del sistema scolastico non reagisce in modo appropriato.

L'appello poi continua:

Alcune facoltà hanno persino attivato corsi di recupero di italiano

per i troppi errori grammaticali compiuti dagli studenti universitari,

errori appena tollerabili in terza elementare.

I docenti, poi, aggiungono:

Abbiamo bisogno di una scuola davvero esigente nel controllo degli apprendimenti, oltre che più efficace nella didattica, altrimenti né l'impegno degli insegnanti, né l'acquisizione di nuove metodologie saranno sufficienti.

Via | TPI

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail