Proiettore notturno per bambini, come scegliere il migliore

In cerca di un proiettore notturno per bambini utile per rendere il momento della nanna meno traumatico? Ecco alcune dritte per l'acquisto

Proiettore notturno per bambini, come scegliere il migliore

Il proiettore notturno per bambini può essere considerato un'alternativa, decisamente più affascinante, alla classica lucetta da mettere nella cameretta. Alzi la mano chi, da piccolo, non abbia mai avuto paura del buio, specie al momento di andare a nanna. Ecco come, posizionando un proiettore notturno nella stanza, tale momento può diventare non solo meno traumatico per i bimbi, ma anche decisamente più piacevole.

Avete intenzione di acquistarne uno per i vostri figli? Ecco qualche consiglio utile per scegliere il migliore.

Uno dei più gettonati è il proiettore di stelle. Tale proiettore altro non fa che far comparire sul soffitto delle fluttuanti stelle capaci di lasciare i bimbi con il naso all'insù per parecchio tempo. Non tutti gli apparecchi sono rotanti: assicuratevi che il vostro lo sia, in modo da amplificare al massimo l'effetto.

In commercio ne esistono tantissimi, e di diversi tipi per ogni esigenza. I bambini avranno di certo le loro preferenze, potreste chiedere loro quale gradiscano avere in camera.

Tra i più venduti ci sono i proiettori della Fisher price, azienda che propone davvero tantissimi modelli, dal proiettore dei cuccioli, a quello del pinguino senza dimenticare il proiettore Libro delle ninne nanne.

Se siete in cerca, invece, di un proiettore per bambini Disney, anche quì la scelta è vasta. L'azienda ha pensato, infatti, di accontentare tutte le preferenze dei piccoli puntando sui personaggi più amati. La lampada proiettore dedicata a Star Wars e quella di Frozen non sono che un esempio.

Il classico, però, rimane sicuramente il proiettore di stelle sul soffitto: i bambini nutrono un vero debole per un cielo stellato. Un valore aggiunto viene dato dal carillon che, se c'è, costituisce il non plus ultra.

Potendo scegliere, optate per un proiettore bluetooth, in modo da poterlo monitorare anche a distanza, attraverso lo smartphone, il tablet o il pc. I modelli più avanzati prevedono la possibilità di attivazione (con tanto di ninna nanna) con il pianto del piccolo. Non sottovalutate, ancora, la presenza del timer e assicuratevi del basso consumo.

  • shares
  • Mail