Come migliorare la sicurezza dei bambini in casa? Gli esperti dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma ci danno utili suggerimenti per creare una casa a misura di bambino: sono molti gli aspetti ai quali dobbiamo fare estrema attenzione.

  1. Nel letto, per evitare il rischio di soffocamento, evitate di mettere giocattoli e peluche. Attenzione anche ai laccetti del ciuccio. No a catenine, bracciali, ciondoli. Il bambino deve addormentarsi sul dorso, il cuscino non deve essere troppo grande o soffice. Il lettino deve avere sponde alte almeno 75-80 centimetri, le sbarre devono essere distanti tra loro non più di 8 centimetri. Sì alle zanzariere, alle finestre o sulla culla. Vietato fumare in casa.
  2. I giochi devono essere realizzati in materiali atossici e non infiammabili. I palloncini gonfiabili in lattice possono rompersi all’improvviso in piccoli pezzi che possono essere inalati.
  3. L’acqua del bagnetto va controllata con un termometro: massimo 37-38 gradi (non deve mai superare i 48 gradi per evitare scottature al bambino). Non si devono lasciare i bambini da soli, per evitare il rischio di annegamento. I piccoli possono trovarsi in pericolo anche in 5 centimetri di acqua. Usate tappetini antisdrucciolo a terra e protezioni antiurto alle rubinetterie.
  4. Mettete paracolpi e paraspigoli a tutti quei mobili che potrebbero rappresentare un rischio. La tv va fatta guardare alla giusta distanza: 5 volte la diagonale dello schermo.
  5. In cucina il pericolo è rappresentato dal fuoco, dai detersivi, oggetti appuntiti: non lasciate i piccoli da soli. Occhio alla temperatura del latte e di altri cibi.
  6. Non lasciate penne, batterie e monete in giro, i piccoli potrebbero mangiarle. Attenzione anche a sostanze tossiche, alcoliche o nocive.
  7. Montate reti di protezione sulle ringhiere dei balconi. Non lasciate da soli i bambini a giocare in giardino. Controllate che non mangino piante velenose.

Via | Ospedale Bambino Gesù

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Sicurezza bambini Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Quali sono gli effetti di una gravidanza sull’andamento delle malattie allergiche?