Riconoscere la bronchite virale nei bambini e curarla nel modo migliore


I bambini sono sempre ammalati, soprattutto in inverno, e tra i disturbi più comuni c’è proprio la bronchite. È molto importante distinguere tra la forma virale e quella batterica, per curare il piccolo nel modo migliore. Ricordatevi di non prendere iniziative personali (come la somministrazione di farmaci), se prima non avete avuto la conferma della diagnosi da parte del pediatra del bambino.

La bronchite virale è ovviamente causata da un virus e in questo caso usare una terapia antibiotica è praticamente inutile, mentre serve se si tratta di una bronchite batterica. Tenete conto che questo disturbo, nella maggior parte dei casi, dipende proprio da un virus e accompagna quasi sempre un’influenza un po’ più forte del previsto, magari associata a un raffreddamento o a un colpo d’aria. Quali sono i sintomi?

I più classici sono i problemi respiratori, dolore al petto, febbre, tosse molto secca nei primi giorni, per poi trasformarsi in grassa e catarrosa successivamente. Purtroppo i sintomi sono simili a quella batterica. Considerate però che in questo secondo caso di solito la febbre è molto più alta. Si tratta, infatti, di una condizione più grave e di conseguenza persistente.

La bronchite virale va contrasta con antipiretici se c’è la febbre, come la tachipirina. La febbre tende a disidratare, quindi è bene far bere molto il bambino. Possibilmente cose calde, per aiutare anche fluidificare il muco. Ci sono anche degli sciroppi appositi, ma è bene che siano prescritti dal pediatra e soprattutto fare poi molta attenzione alle dosi.

Via| Guide
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail