Imparare la matematica alla scuola elementare: i trucchi per farla piacere


Imparare la matematica non è per tutti bambini delle scuole elementari un piacere. Purtroppo i numeri sono spesso ostili, ed è necessario cercare di rendere la materia divertente. Avere un approccio ludico, infatti, permette di stimolare la curiosità del bambino, ma anche di mantenere più alta l’attenzione. Quali sono quindi i trucchi principali?

Intanto la matematica va disegnata. In che modo? Per dare al bambino la dimensione dei numeri, la cosa migliore è la raffigurazione. Studiate dei soggetti, come possono essere torte, matite, bottiglie (delle forme facili) e fate delle schede associative chiedendo al bambino di disegnare su un foglio bianco per esempio 3 matite, 5 bottiglie o 2 torte.

Il piccolo potrà ovviamente liberare la fantasia con colori e pennarelli, avrà solo due obblighi: scrivere il numero e abbinare la quantità giusta. Consolidato il concetto di quantità è possibile iniziare con piccoli conti. In questo caso, il consiglio è quello di ritagliare delle forme (stampate o fotocopiate) in uguale quantità per ogni piccolo. Prevedete di dare a ogni bambino 10 penne, 10 uova, 10 bottiglie, ecc. e coinvolgeteli in piccoli problemi.

Per esempio, Luca 10 penne e ha bisogno di 3 uova per fare una frittata. Deve chiedere a Mario di cambiare due bottiglie con tre uova. Poi chiedete ai bambini quante uova sono rimaste a Mario e quante bottiglie sono rimaste a Luca. Questo gioco si può fare sia chiedendo ai bambini di portare delle figurine sia con le caramelle. Tra l’altro, questa è la base per i piccoli problemi di aritmetica.

Si deve iniziare per piccoli passi: non sono tutti bambini prodigi e ogni piccolo ha i suoi tempi.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: