Ginnastica in gravidanza? Sì, ma senza esagerare

Qualche consiglio per fare sport in gravidanza e per non correre inutili rischi durante la gestazione.

sport in gravidanza

Fare ginnastica in gravidanza è altamente consigliato ma non bisogna mai esagerate. Ovviamente, prima di fare qualsiasi esercizio o fatica si consiglia di chiedere l’autorizzazione al proprio medico, perché bisogna escludere che ci siano dei rischi per la mamma e per il bambino. Una donna incinta non è una donna malata, fa benissimo a muoversi ma deve ovviamente essere moderata e responsabile.

«Mantenere il corpo attivo aiuta la donna a stare meglio fisicamente e a sopportare meglio i fastidi caratteristici dei primi mesi della gravidanza. Lo sport può aiutare la futura mamma anche a conciliare meglio il sonno, a mantenere il peso corretto che le è stato indicato e, soprattutto, a conservare il tono muscolare del corpo che sarà poi pronto al momento del parto».

Consiglia la ginecologa Daniela Galliano, esperta nell’ambito della procreazione medicalmente assistita. Non esistono, quindi, divieti categoriche. Soltanto nel terzo trimestre della gravidanza è consigliabile bisogna rallentare o scegliere delle attività che siano conciliabili con il pancione.

Sono da favorire yoga e pilates, nuoto e ginnastica in acqua, camminata. Fate attenzione alla corretta idratazione, soprattutto in estate.

«È inoltre importante prendersi cura dell’idratazione, stare attenta a non fare sport durante le ore più calde del giorno, soprattutto se fatto all’aria aperta, e mangiare in maniera corretta prima e dopo aver fatto sport»

Via | LaStampa

  • shares
  • Mail