Obesità infantile in ascesa per colpa della crisi, i bambini mangiano tanto e male

obesita-infantile-e-crisiI bambini italiani sono in sovrappeso e rischiano l'obesità. Lo rivela uno studio dell'Osservatorio Nutrizionale Grana Padano, che ha monitorato le abitudini alimentari di 2238 bambini tra maschi e femmine di eta' compresa fra i 6 e 14 anni.

Lo scopo è capire come mangiano i bimbi ora che è appena iniziata la scuola e riprendono le 'cattive' abitudini di alimentarsi davanti alla tv, in aggiunta alla crisi che continua a colpire soprattutto le famiglie con bambini che devono far mangiare correttamente i piccoli ma sono pressati dalle spese -nel 2010 la spesa alimentare media mensile per una famiglia di 5 persone é stata di 675 euro, circa 22 euro al giorno-. Una soluzione, tra le più scorrette, è alimentare i bambini con cibi più economici perlopiù ipercalorici. La conseguenza è che i nostri figli mangiano tanto e male. Il pediatra Claudio Maffeis dell'Universita' di Verona spiega che cosa sta accadendo:

"La ridotta capacità di spesa può indurre i genitori ad acquistare cibi dal basso costo, ma dall' elevato contenuto calorico". Da qui i bimbi in sovrappeso che rischiano di diventare obesi".



Ma quali sono le alternative?

"Le alternative ci sono e fanno anche risparmiare: iniziamo a non comprare quello che non serve, come bevande e succhi zuccherati; non mangiare d'abitudine salse e creme spalmabili; cioccolata e dolcetti vari debbono tornare ad essere consumati solo in certe occasioni; evitare tutti gli snack fritti (patatine). Diamo ai bambini cibi semplici e che bevano tanta acqua. Quando il grasso corporeo aumenta, aumentano i fattori di rischio di importanti malattie che, se non si manifestano subito, possono farlo in eta' successive: ipertensione, diabete, dislipidemia, aterosclerosi. E un bambino obeso ha elevato rischio (40-80%) di rimanere obeso da adulto".

Ma come dare le proteine nella quantità giusta se gli alimenti che le contengono costano? Maffeis afferma che:

"Calcolando il costo medio del prodotto sul mercato gli alimenti che hanno un ottimo rapporto qualita'-prezzo per grammo di queste proteine sono uova e i formaggi stagionati, seguiti da pesce surgelato e legumi".

Quindi, il consiglio è di rivolgersi verso questo tipo di acquisti. E poi non devono mancare carboidrati, fibre e vitamine. In particolare bisogna stimolare i bimbi a mangiare più frutta, in quanto difficilmente consumano le tre porzioni al giorno consigliate, e a fare attività fisica.

Via | Ansa
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail