Bambini troppo sedentari: tutta colpa dell’uso della tecnologia

I bambini utilizzano troppo smartphone e tablet e conducono una vita decisamente troppo sedentaria.

bambini-sedentari

Bambini sdraiati sul letto, seduti sulla sedia o “spalmati” sul divano. Scene di vita quotidiana, che ci illustrano quanto sia grave e diffusa la brutta abitudine della sedentarietà. Il GLOBAL matrix 3.0, il nuovo rapporto internazionale sulla sedentarietà dei bambini stilato dai ricercatori canadesi dell'ospedale pediatrico dell'Eastern Ontario research institute estrapolato da dati su 49 paesi, ha messo in luce un dato allarmante. L’abuso di smartphone e tablet ma non solo favorisce la una vita sempre più pigra.

"La sedentarietà non è un'esclusiva dei bambini, anzi, sono gli adulti, i genitori, che hanno smesso di muoversi ormai adoperiamo la macchina anche per fare 200 metri per portare i figli a scuola. Loro imparano da noi".

Afferma Massimo Resti, direttore di pediatria dell'ospedale Meyer di Firenze. Sono abituati a mettersi davanti alla televisione appena tornati a casa da molti anni e a questa tendenza si sono aggiunti la fruizione di smartphone e iphone.

"La dipendenza dagli smatphone è un problema dei paesi occidentali e parte da noi adulti che non riusciamo ad uscire di casa se non abbiamo con noi il telefono. Quando preferiamo guardare il cellulare a pranzo invece di parlare con i nostri figli, dobbiamo essere consapevoli che stiamo dando un esempio ben specifico. Il problema non sono le attività pomeridiane. Non abbiamo bisogno di iscrivere i ragazzi a corsi sportivi o altro. Abbiamo creato per loro giornate iperimpegnate ma non siamo stati in grado di mettere in discussione il nostro modo di vivere".

Come si può invertire la tendenza? Sicuramente facendo sport, giocando all’aria aperta, ma anche leggendo insieme.

Via | Repubblica

  • shares
  • Mail