Padri separati, il nuovo romanzo di Gianni Biondillo

Avevo già parlato di Biondillo in quanto autore di Il manuale di sopravvivenza del padre contemporaneo. Ora, grazie a Vanity Fair, ho potuto leggere in anteprima le pagine del suo nuovo libro, Nel nome del padre, edito da Guanda. Gianni Biondillo ci racconta la storia di Luca, sposato con Sonia e padre di Alice. Luca è un gran lavoratore, ama molto sua figlia e si ripromette prima o poi di passare del tempo con la propria famiglia. Non farà però in tempo a recuperare il tempo perduto perché, a seguito del divorzio e delle liti con sua moglie, riuscirà sempre meno a vedere Alice.

Trovo interessante poter avere il punto di vista di un padre e non di un sociologo, avvocato o psicologo sulla questione. Biondillo, per sua fortuna, non si è trovato a vivere direttamente in questa situazione, ma ha fatto tesoro delle esperienze altrui e le ha trasposte con uno stile diretto e scorrevole. Mi piacerebbe sapere se qualche papà ha già letto il romanzo e se Biondillo ha colto in pieno i pensieri, i sentimenti, le emozioni dei papà separati vittime di ricatti affettivi.

  • shares
  • Mail