Le prime pappe per il bambino: tutto ciò che c'è da sapere


Le prime pappe per il bambino sono molto importanti, perché rappresentano il primo incontro che il piccolo ha con il cibo, quello vero. Per certi versi, lo svezzamento condizionerà moltissimo il suo futuro, non solo perché fatto seguendo le indicazioni del medico dovrebbe aiutare a prevenire le allergie alimentari, ma anche stimolare un rapporto sereno con l’alimentazione.

Le prime pappe si posso introdurre al sesto mese. Di solito s’inizia con cibi semi solidi, quindi minestrine, biscotti, passati e si alterna comunque il latte della mamma o quello artificiale. Lo svezzamento è un passaggio abbastanza lungo e non bisogna forzare troppo il cucciolo. Quali sono quindi i prodotti che si possono introdurre nella prima fase?

I primi mesi la sua alimentazione deve comprendere verdure cotte e tritate come le patate e le carote, che hanno un sapore dolce, la frutta grattugiata quale banana, pera e mela e poi si consiglia anche la classica crema di riso, possibilmente sciolta con del latte. Il secondo step prevede invece l’introduzione di mais, tapioca, yucca, ma anche riso, porridge e ovviamente le proteine animali. Iniziate con un po’ di carne bianca.

Considerate che il bambino si è sempre relazionato solo con il latte, quindi un sapore dolce e al tempo stesso neutro. I cibi di conseguenza non devono essere salati, troppo conditi e soprattutto devono avere un sapore delicato e naturale. Non aggiunte di conseguenza il sale e lo zucchero. Fino al compimento del primo anno, si sconsiglia di dare al piccolo il latte di mucca, perché troppo ricco di proteine e di minerali. Se proprio non avete altro, diluitelo con dell’acqua, tenendo conto che altre a questi elementi perderanno in concentrazione anche importanti nutrienti.

Via| NostroFiglio

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail