Autosvezzamento ovvero come svezzare il bambino in modo naturale

Quando l'età dello svezzamento si avvicina (possibilmente non prima dei 6 mesi), le mamme iniziano a pensare con "terrore" a pappe che finiscono sul soffitto, lotte senza quartiere per far mangiare i figli, ricorrendo al giochino dell'aereo, ecc... quindi vorrebbero sapere quali sono le pappe gustose da servire ai figli. Per esperienza personale, la mia risposta è: la pappa migliore è quello che c'è nel vostro piatto!

Questa è la prima regola dell'alimentazione complementare, detta così perché non sostituisce una poppata, ma la integra con assaggi dai piatti dei genitori. La mia pediatra mi ha consigliato di leggere il libro “Io mi svezzo da solo, dialoghi sullo svezzamento" di Lucio Piermarini ed è stato amore a prima vista.

All'inizio i nonni non erano convinti, ma poi si sono "convertiti" anche loro all'autosvezzamento, questo metodo del tutto naturale perché lascia fare alla natura. Bastava guardare l'entusiasmo con cui mia figlia assaggiava quello che le proponevamo, senza forzarla e assecondando la sua gioia di sperimentare, esattamente come nel gioco.

Dopo i sei mesi non serve frullare il cibo che proponete, basta tagliare a pezzettini piccoli piccoli le cose più solide (tipo carne e pasta) e schiacciare con la forchetta i cibi più morbidi (verdura, frutta e pesce). Facendo così, mia figlia ha provato di tutto, persino la polenta con lo spezzatino di cinghiale. In realtà, non pensavamo di farglielo assaggiare, ma visto che mostrava interesse per il mio piatto, gliene ho dato un pezzettino e le piaciuto molto!

Ovviamente è meglio evitare, sia in casa che fuori, i frutti di mare o i fritti, o comunque il cibo poco sano anche per noi. Infatti Piermarini parte dal presupposto che per dare da mangiare ai bimbi quello che mangiamo noi, dobbiamo prima di tutto analizzare il nostro modo di mangiare, quindi se portiamo in tavola soltanto piatti pronti e scatolette, dovremmo iniziare migliorando la nostra cucina, faremo del bene anche a noi!

Non so se il merito vada tutto all'alimentazione complementare, ma la bimba mangia di tutto, sia a casa che all'asilo, verdure comprese (adora i cavolini di Bruxelles!)
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail