Le più belle poesie sul mare per bambini e anche per le mamme


Abbiamo ufficialmente dato il benvenuto all'autunno, ma forse non siamo ancora riusciti a salutare il mare nel modo più adeguato.

Accompagnati dal piacevole ricordo del rumore delle onde che ci hanno cullato e rilassato e ripensando ai primi bagnetti e alle nuove scoperte, attenderemo con ansia l'arrivo della prossima estate, perché, nonostante la fatica di gestire i piccoli, il mare è così bello che merita di diventare oggetto di un simpatico pomeriggio da trascorrere in compagnia delle più belle poesie dedicate al mare adatte per i bambini e le mamme.

Il mare (Beatrice, 7 anni)

Il mare è pieno di pesci colorati
arancioni e neri, gialli e blu
starei a guardarli senza smettere più!
Questo è il mare…

Vacanze per tutti (G. Rodari)
Filastrocca vola e va
del bambino rimasto in città.
Chi va al mare ha vita serena
e fa castelli con la rena,
chi va ai monti fa le scalate
e prende la doccia delle cascate...
E chi quattrini non ne ha?
Solo resta in città:
si sdraia al sole sul marciapiede,
se non c’è un vigile che lo vede,
e i suoi battelli sottomarini
fanno vela nei tombini.
Quando divento Presidente
faccio un decreto a tutta la gente:
- Ordinanza numero uno:
in città non resta nessuno;
ordinanza che viene poi,
tutti al mare, paghiamo noi;
inoltre le Alpi e gli Appennini
sono donati a tutti i bambini.
Chi non rispetta il decreto
va in prigione difilato.

Girotondo del mare (M. Voltolini)
Girotondo, girotondo;
dentro il mare,
giù nel fondo,
ci son tanti pesciolini
piccolini, piccolini.
Han minuscole casette
fatte dall’alghe e di coralli,
azzurrini, rosa, gialli;
e conchiglie per barchette.
Guizzan, vispi, i pesciolini,
scivolando nel lor mondo.
Sembran bimbi birichini
in un grande girotondo.

Estate (R. Rompato)
Calda Estate tutta d’oro,
che cos’hai nel tuo tesoro?
Pesche, fragole, susine,
spighe, e spighe senza fine,
prati verdi e biondi fieni,
lampi, tuoni, arcobaleni,
giorni lunghi, notti belle
colme di lucciole e stelle

Al mare (Claudia e Topastro)
Sento nell’aria profumo di mare,
evviva, corriamo a giocare!
Aspetta un momentino,
ti spalmo la crema come un crostino.
Con la paletta voglio scavare,
una buca grande in cui entrare.
Con il salvagente provo a nuotare,
che bello sguazzare nell’acqua di mare.
Tra spruzzi, tuffi e balli di gruppo,
sono stanco come un biscotto zuppo.
Mi stendo sopra al materassino,
e mi regalo un bel riposino.
Per cena piadina, rucola e squacquerone,
rientrerò a casa davvero ciccione.
Fotografo gli ombrelloni colorati,
e la sabbia dai riflessi dorati.
L’ultima sera ammiro i fuochi d’artificio
spero proprio che siano di buon auspicio.
L’anno prossimo torneremo
e di nuovo ci divertiremo!

Il mare che bella invenzione (simplymamma)
Che ne dici se inventiamo una canzone
che abbia il suono dell’acqua salata,
il gusto dell’onda gelata,
l’odore della sabbia bagnata,
il colore della mia pelle dorata?
Una canzone che parli d’allegria
se mi rotolo nella sabbia che vuoi che sia
di una conchiglia ascolto la melodia
e tutto questo mi sembra magia
son dolci le note di questo pentagramma
se a tenermi per mano c'è la mia mamma.

L’alfabeto del mare (Cristina)
A come ASTICI grossi e brillanti
B come BALENE che spruzzano ai venti
C come paciose CERNIE giganti
D come DELFINI giocosi e ridenti
E come ESCHE per pesci golosi
F come FOCHE dai baffi pelosi
G come GRANCHI timidi e lenti
HO catturato per pochi momenti
I come IPPOCAMPI seri e eleganti
L come LUCE di fari sicuri
M come MEDUSE leggere ed oscure
N come NARVALI che solcano le onde
O come OCEANI dalle acque profonde
P come gialli PAGURI stanziali
Q come QUATTRO gabbiani reali
R come RICCI in mezzo alle rocce
S come STELLE che giocano a bocce
T come TARTARUGHE che nuotan felici
U come UOVA di azzurre alici
V come VONGOLE belle e anche buone
Z come ZUFOLI di antiche sirene.

Via | Filastrocche - Tuttogratis Donna

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail