Pedofilia e adulti innocenti. Dalla psicosi alle procedure processuali inesatte nel libro di Luca Steffenoni.

Copertina del libroDi pedofilia abbiamo parlato diverse volte su Bebeblog, seguendo i consigli dello psicologo Nigel Latta. L'attenzione naturalmente era posta sui bambini come possibili vittime di pedofili. C'è però un testo tutto italiano, che si occupa invece degli adulti accusati ingiustamente di pedofilia ed è Presunto colpevole del criminologo Luca Steffenoni . Nel suo libro Steffenoni sottolinea come su cinquemila denunce fatte in Italia meno di mille sono considerate credibili e spesso tra queste mille si annidano denunce fatte per dare seguito ad una vendetta personale.

La procedura processuale nei casi di pedofilia, spiegava Steffenoni a Vanity Fair tempo fa, è diversa da quella classica: non è il pm che trova le prove per dichiararmi colpevole, ma sono io, l'imputato, a dover fornire quelle della mia innocenza. Si finisce così con l'avere un sacco di presunti colpevoli che non lo sono affatto, ma che scontano poi per tutta la vita un errore giudiziario. Non è necessario infatti finire in carcere per essere puniti a vita: basta anche solo un sospetto e naturalmente nessuno vorrà più avere a che fare con noi. Un testo inquietante da prendere in considerazione.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: