Congedo parentale per i papà 2019: 5 giorni a casa

I papà che avranno un bambino nel 2019 potranno stare a casa dal lavoro 5 giorni in congedo parentale. È questo quanto ha approvato la commissione Bilancio della Camera aggiungendo così un giorno rispetto a quanto previsto nel 2018. Non è molto, se si considera che in Germania i padri possono stare a casa nove settimane retribuite al 65%, in Svezia quattordici al 76%, in Spagna più di due al 100% e in Francia 28 al 20%.

Come si può sfruttare questa misura? Non pensate di stare a casa senza fare domande. Si può sfruttare nei primi 5 mesi di vita del neonato, facendone richiesta al datore di lavoro. C’è anche un congedo facoltativo di 1 giorno in più, da usare in alternativa a quello della mamma (la mamma quindi deve rinunciare a un suo giorno di congedo).

Hanno diritto al congedo di paternità tutti i papà che sono titolari di un rapporto di lavoro dipendente. A loro spetta un’indennità giornaliera a carico dell’INPS pari al 100% della retribuzione. Il padre lavoratore dipendente deve comunicare almeno 15 giorni prima al datore di lavoro le date in cui vuole usufruire del congedo. Se richiesto in concomitanza dell’evento nascita, il preavviso si calcola sulla data presunta del parto.

Mettiamola così, non è molto, ma è già un piccolo passo avanti.

  • shares
  • Mail