Prevenire la toxoplasmosi, ecco i cibi da evitare in gravidanza

Dopo aver scoperto come evitare il contagio della toxoplasmosi in gravidanza e dopo aver capito che il prosciutto crudo è tra gli alimenti da bollino verde; sempre seguendo gli accorgimenti consigliati, continuiamo a parlare dell'argomento per segnalarvi i cibi da evitare in gravidanza, così da prevenire la toxoplasmosi.

Il sito Dors (Centro Regionale di Documentazione per la Promozione della Salute) mette a disposizione delle future mamme una pratica e utile guida sulla sicurezza alimentare in maternità, dato che per l'organismo femminile la fase che si attraversa è molto particolare e i cambiamenti ormonali influiscono anche sul sistema immunitario, riducendo di 20 volte la resistenza alle malattie infettive.

Tenendo ben presente che la toxoplasmosi è una malattia curabile, che le donne già soggette all’infezione possiedono gli anticorpi e, così come il feto, sono immuni a successivi contagi e che per svelare l'infezione occorre un comunissimo esame del sangue, scopriamo gli alimenti a rischio contagio.

Sono da bollino rosso: le carni crude, le carni macinate poiché il processo di macinatura aumenta la superficie a disposizione dei microrganismi e la possibilità di inquinamento, il carpaccio, gli insaccati prodotti a livello familiare e non stagionati, la carne affumicata, le verdure fresche, le insalate anche se già confezionate e il latte di capra crudo sfuso.

Quindi, oltre ad evitare l'assunzione di questi alimenti, è anche importante non toccarsi gli occhi e la bocca mentre si preparano carni crude, lavare accuramente le mani dopo il contatto con frutta e verdura non lavata, usare i guanti in cucina ed eseguire gli esami ogni 30-40 giorni.

Via | Dors
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail