Bambino partecipa a una gara di ginnastica artistica. I genitori: “Ma è uno sport per femmine”

Commenti sessisti e retrogradi durante una gara di ginnastica artistica alle porte di Milano, perché ha preso parte anche un bambino.

Ginnastica artistica bambini

Palazzetto dello sport pieno. È domenica mattina e siamo a Magenta, in provincia di Milano. Sono le 10.30 e sta per incominciare la prima gara di velocità di Ginnastica artistica per i piccoli di 4/5 anni. Come ricordano gli educatori, più che una vera e propria competizione, è un gioco, perché a questa età non ci devono essere la pressione della gara o della performance, ma quanto la voglia di divertirsi. A sfidarsi sono quattro Paesi, oltre a Magenta, Corbetta, Mesero e Arluno e a scendere in campo sono tutte bambine e un solo bambino.

Immediatamente il vociare dei genitori e dei nonni: “guarda c’è un maschietto”, “la ginnastica artistica è roba da donne”, “poverino in mezzo a tutte quelle donne, ma non potevano fargli fare calcio?”. Insomma, un chiacchiericcio fastidioso e sessista continuo. Il piccolo, Leonardo di 4 anni, è stato coraggioso: probabilmente non si è accorto di nulla. È stato il primo a eseguire il suo percorso, al via del responsabile Cief che ci ha tenuto a sottolineare “Maschietto contro femminuccia”. Perché, noi genitori, che eravamo lì a guardare non ci eravamo accorti di nulla, ovviamente.


A portare la notizia ai grandi quotidiani è stata la mamma, Ambra Garavaglia, hostess diventata un personaggio su Twitter con i suoi aneddoti sulla vita in aeroporto (raccolti poi in un libro, 'C'è un problema al check-in: sei tu').

"Dalle persone accanto a me in mezz'ora ho già sentito "oddio c'è anche un maschio, si può?" "ma dai ma anche un maschio?" "ma dovrebbe fare calcio o pallavolo al massimo" "cosa c'entra un maschio?". Buongiorno 2019".

Tanti i commenti di solidarietà, che dovrebbero farci riflette su come certe dinamiche sono dannose per i nostri bambini, dinamiche che riflettono i libri di testo delle nostre scuole (mamma stira e cucina, papà legge e lavora, lo ricordiamo? E' di pochi giorni fa). E scommetto che in molti hanno visto Billie Elliot e hanno tifato per lui.

  • shares
  • Mail