Germania, multe ai genitori che non vaccinano i figli contro il morbillo

In Germania multe salate e divieto di ingresso a scuola se i bambini non vengono vaccinati per il morbillo.

morbillo

Vaccino per il morbillo, stretta in Germania ai genitori che decidono di non vaccinare i loro figli. Il ministro della sanità Jens Spahn ha presentato una proposta di legge che ha sollevato molte polemiche. Il ministro del governo del governo Merkel, infatti, prevede di introdurre multe fino a 2.500 euro per chi si rifiuta di vaccinare i propri figli. Questi ultimi, poi, non entreranno a scuola finché non saranno in regola con tutte le vaccinazioni.

La normativa potrebbe entrare in vigore da marzo 2020 come annuncia alla stampa il ministro della sanità tedesco:

Le campagne e i buoni appelli non bastano a debellare la malattia.

E allora multa pesante e divieto di andare a scuola per quei bambini che hanno ricevuto le dosi di vaccino per il morbillo, a causa dei genitori che non vogliono sentire ragioni.

Chi in maniera ostinata e duratura si rifiuta, nonostante numerosi inviti in questo senso, di adempiere ad un dovere, deve essere trattato diversamente da chi semplicemente se n’è dimenticato. È come nel traffico: quando si superano i limiti di velocità e si mettono in pericolo altre persone, si paga una multa.

Il ministro si augura che l'appello a vaccinare i bambini venga accolto, senza il bisogno di intervenire con le multe salate. In Germania l'obbligo dovrebbe riguardare 600mila persone tra asili, scuole, operatori di ospedali e studi medici. Il governo spiega che sono circa 361mila i bambini non protetti. E 220mila i dipendenti sanitari nell'analoga situazione.

Non tutti, però, sono d'accordo con il progetto del ministro. Se la SPD appoggia la CDU, i Verdi non sono così concordi. Favorevoli, invece, i medici tedeschi.

Foto iStock

  • shares
  • Mail