Seguici su

Crescita

Portare i piccoli: il valore e l’utilità del contatto pelle a pelle

Se come me e Gaia siete tentate di provare a portare il vostro piccolo direttamente addosso e non soltanto nel passeggino o nei marsupi già confezionati, non fatevi scoraggiare dalle prime iniziali difficoltà nel capire come annodare la lunga fascia di cotone.

Vi assicuro che vale la pena provare perchè una delle sensazioni più belle che un genitore può sperimentare è quella di tenersi addosso il proprio piccolo. Sentire sulla pelle il contatto, il calore e il respiro di tuo figlio ha qualcosa di magico e finchè l’età lo consente è davvero un’esperienza imperdibile.

Del resto, sin dall’antichità i genitori hanno sviluppato diverse tecniche per portare i bambini. Parlo di portare non solo nel senso di trasportare da un luogo all’altro, ma in un senso più ampio che include il percorso di crescita corporea ed emotiva del bambino.

Addirittura in alcune raffigurazioni della Sacra Famiglia, il bambino Gesù viene rappresentato mentre è portato da suo padre Giuseppe dentro una fascia sul fianco.

E oggi? Come si portano i bambini nel nostro mondo? Oltre a passeggini, carrozzine, navicelle, ovetti, marsupi e quant’altro, anche noi stiamo riscoprendo l’utilità e il valore del portare senza necessariamente usare contenitori al posto delle braccia.

Nel neonato il bisogno di contatto è innato e urgente. Stare a contatto con lui significa per noi parlare il suo linguaggio, quello che comprende dal primo momento, ovvero il linguaggio della pelle e del tatto che gli comunica sicurezza e tranquillità. Inoltre, diversi studi hanno confermato che il contatto pelle a pelle è un forte analgesico naturale sia per i neonati sani che per i prematuri tanto che si parla anche di marsupio terapia.

Lo strumento migliore per portare i bambini piccoli è appunto la fascia lunga, detta anche fascia magica perchè i bambini vi si addormentano con una particolare velocità. La fascia lunga è molto pratica perchè – in uno spazio contenuto – permette di rinnovare e adeguare alle esigenze le posizioni del portare.

Chi la riceve in regalo come è accaduto a me all’inizio resta un po’ perplessa perchè si trova davanti solo un enorme telo che non sa bene come usare. Il trucco sta nell’armarsi di tanta pazienza perchè si tratta di apprendere una modalità nuova per stare con il proprio bambino.

Molteplici le posizioni: pancia contro pancia, fianco contro pancia, pancia al mondo oppure di schiena con pancia contro schiena. Non resta che armarsi di pazienza e buona volontà per trovare la posizione più comoda per noi e il nostro bambino. E poichè spesso le immagini semplificano, ecco direttamente da You Tube una mini-guida su come indossare la fascia e portare il vostro bambino. Buon divertimento!

Via | Portare i piccoli

Leggi anche

colesterolo colesterolo
Salute15 ore ago

Vino: perché aiuta contro il colesterolo?

Il controllo dei valori del colesterolo è fondamentale se si ha intenzione, comprensibilmente, di mantenere in salute il sistema cardiovascolare...

campo di concentramento campo di concentramento
Educazione23 ore ago

Giornata della Memoria: come spiegare la Shoah ai bambini

Il 27 gennaio ricorre la Giornata della Memoria: ecco come spiegare quel periodo buio della nostra storia ai più piccoli....

outfit pioggia stivali outfit pioggia stivali
Intrattenimento1 giorno ago

Weekend di pioggia: come intrattenere i bambini?

L’inverno non è la stagione preferita di chi ha figli per diversi motivi, a partire dai malanni che i bambini...

Paris Hilton Paris Hilton
Celebrità3 giorni ago

Paris Hilton è diventata mamma, il figlio è nato da maternità surrogata

Paris Hilton è diventata mamma: l’ereditiera ha annunciato oggi la nascita di suo figlio, probabilmente nato da madre surrogata. Paris...

Mamma che allatta al seno Mamma che allatta al seno
Allattamento4 giorni ago

Allattamento e ciclo: cosa c’è da sapere a riguardo

Cosa c’è da sapere sull’allattamento e ciclo dopo il parto? Ecco tutte le informazioni più utili sul cosiddetto capoparto. Quando...

Neonato appena nato Neonato appena nato
Mamma4 giorni ago

Rooming-in, è sicuro? Cos’è e come funziona questa pratica per le neo mamme

Rooming-in, una pratica che permette a mamma e neonato di stare insieme 24 ore al giorno in ospedale: cerchiamo di...

Galileo Galilei Galileo Galilei
Istruzione4 giorni ago

Galileo Galilei spiegato ai bambini: tutto sulla vita dello scienziato

Come spiegare ai bambini Galileo Galilei: il grande scienziato che ci ha aperto la strada verso un nuovo modo di...

Bambina guarda televisione Bambina guarda televisione
Cinema e Video5 giorni ago

I nomi dei principi della Disney: l’elenco completo

Indovina, indovinello: come si chiamano i principi della Disney? Scopriamoli tutti, dai grandi classici ai film più recenti! Oggi vi...

Bambina febbre Bambina febbre
Salute5 giorni ago

Come abbassare la febbre nei bambini: i rimedi migliori

La febbre è un meccanismo di difesa molto importante che non sempre va abbassato: cerchiamo di capire come comportarsi in...

Bambina malata febbre Bambina malata febbre
Cronaca1 settimana ago

Allarme triplendemia dei bambini: cos’è e come mai è pericolosa

La triplendemia dei bambini è una nuova pericolosa infezione che colpisce i più piccoli: vediamo cos’è e come trattarla. Anche...

Festa di Carnevale Festa di Carnevale
Intrattenimento1 settimana ago

Poesie di Carnevale per la scuola primaria: le più belle da insegnare ai bambini

Quali sono le poesie di Carnevale perfette per la scuola primaria? Ecco tutte le più belle che i vostri bambini...

Mamma mani figlio neonato Mamma mani figlio neonato
Cronaca2 settimane ago

Bonus mamma 2023: quali sono i requisiti e come richiederlo

Anche quest’anno sarà possibile fare richiesta per il bonus mamma 2023: ecco come richiederlo e cosa c’è da sapere. Il...