Se il papà assiste al parto, aumenta il rischio di un cesareo

newborn Proprio quando la possibilità di far assistere anche il futuro papà al momento magico del parto sembrava essere diventata una conquista ormai assodata, ecco spuntare una nuova teoria secondo cui è meglio che gli uomini restino fuori. Pena il benessere della mamma che rischia addirittura di dover fare un taglio cesareo anche se non previsto.

La teoria è del ginecologo francese Michael Odent, che l'ha anticipata al tabloid britannico "Daily Mail" prima di esporla in occasione della conferenza annuale del Royal College of Midwives in programma a Manchester a novembre. Secondo il medico, l'ambiente ideale per dare alla luce un bambino è quello totalmente privo di figure maschili che girano attorno alla partoriente. Meglio una sala silenziosa, con accanto solo una ostetrica d'esperienza.

Sembrerebbe, infatti, che la presenza dell'uomo allunghi e renda più difficile tutta l'operazione. Fatto che spesso ha effetti negativi a causa dell'ansia che la partoriente "respira" dal suo uomo. Conclusioni che si basano sull'esperienza diretta del ginecologo che da 50 anni accompagna le donne al momento di dare alla luce i loro bambini in Francia, Inghilterra e Africa. Secondo l'esperto, andrebbero banditi anche infermieri e medici appartenenti al sesso forte. In questo modo, infatti, si evita la produzione di adrenalina, che rallenta la produzione di ossitocina, ormone essenziale per la buona riuscita del parto. Le conseguenze della scelta di far assistere il papà al lieto evento non si limitano alla salute: secondo l'esperto è anche un modo per far calare l'attrazione sessuale nella coppia, portandola al divorzio.

Via |Daily Mail
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail