Capricci in vacanza, come gestirli?

Qualche consiglio per imparare a gestire i capricci dei bambini in vacanza, come fronteggiarli senza esaurire.

Capricci in vacanza, come gestirli

Perché i bambini fanno molti più capricci in vacanza? Cos’è che li indispettisce? I bambini molto piccoli hanno bisogno di noi per ogni cosa ma sono un po’ più facili da gestire, tra i due e i quattro anni invece si passa da momenti di tranquillità a urla, pianti e capricci spesso senza motivo. Andare in vacanza dovrebbe essere rilassante e piacevole ma ai bimbi sembra scatenare l’effetto opposto. Una buona parte dei capricci in vacanza sono causati dal cambiamento di abitudini, si hanno ritmi diversi, si fanno cose diverse e in qualche modo i bimbi non sono al centro dell’attenzione in ogni momento.

Tra i due e i quattro anno i bambini sono nel pieno di una fase evolutiva delicata in cui si staccano un po’ dalla mamma ma vogliono comunque tutte le sue attenzioni. I capricci servono ad attirare l’attenzione e a tirare un n po’ la corda per capire fino a dove ci si può spingere con le proteste.

I capricci vanno gestiti con lucidità e con programmazione. Cercate di non sconvolgere i ritmi dei bambini, seguite gli orari di sempre, soprattutto per pranzo e cena, non fate mai mancare i riposini e il relax. Alternate le cose per adulti (visite a musei e chiese) ad attività a misura di bambino. Portate dei giochini e accontentateli ogni tanto, in fondo è vacanza anche per loro!

Se i bambini fanno i capricci cercate di valutare cosa vogliono e se effettivamente è il caso di cedere o no. Se per esempio i capricci sono per il seggiolino o la cintura di sicurezza, dovete essere fermi e non cedere, se sono per la musica in macchina, il caldo, la sete e cose così, potete accontentarli senza troppe difficoltà. Se ad esempio in spiaggia vogliono un giochino o un dolcetto al bar, potete alternare i no e i si, magari stabilendo un regalino o un dolcino al giorno, in modo che anche loro imparino a valutare cosa vogliono.

Alternate momenti in cui siete più rigidi ad altri in cui poter lasciar andare. Dire sempre no a tutto o sempre di si a tutto, non fa bene ne ai bambini ne a voi. Educare i bambini è un mestiere difficile ma necessario, iniziate bene sin da piccolini e vedrete che pian piano sarà sempre più semplice gestire i capricci.

Foto di Daniela Dimitrova da Pixabay

  • shares
  • Mail