Attenzione alle pile a disco se ingerite dai bambini sono pericolose


Attenzione alle pile a disco da 20 mm. Sono piccole e si possono trovare ormai ovunque nelle case moderne. Sono inserite nei libri per i bambini, nei telecomandi della tv e in molti elettrodomestici. Secondo gli esperti, possono essere facilmente ingerite dai bambini, con gravissime conseguenze, perché contengono litio che può essere anche letale.

A sostenere questa tesi è il professor Pasquale di Pietro, coordinatore del Dea Pediatrico del “Gaslini” di Genova, intervenuto al convegno della Sipps, la Società italiana di pediatria preventiva e sociale. Purtroppo l’ingerimento non dà sintomi immediati nel 36% dei casi proprio come le monetine, ma queste pile sono fatali nel 92% dei casi e causano gravi complicanze nel 56% dei casi.

Quali sono i primi sintomi? Fate molta attenzione all’inappetenza, ai rigurgiti, al vomito e al dolore alla pancia. Alcuni bambini potrebbero avere difficoltà a deglutire e sentirsi soffocare. Si giunge poi all’emorragia gastrica, quando è troppo tardi. Il medico racconta:

Il 12,6% dei bambini di età inferiore ai 6 anni che ingerisce una pila del diametro di 20- 25 centimetri va incontro a complicanze severe o alla morte. La prevenzione assume un’importanza fondamentale.

I genitori quindi devono fare molta attenzione a quello che lasciano in giro, evitando che il bambino possa entrare in diretto contatto con queste pile. Mette magari un po’ di scotch sui telecomandi o sugli sportellini dove vengono inserite le pile, per una maggiore sicurezza. I bambini vanno continuamente controllati. Verificate che la pila abbia il codice CR2032: il dispositivo può causare le conseguenze più devastanti. Possono infatti danneggiare l’esofago in sole due ore.

Via| LaStampa
Foto|Flickr

  • shares
  • Mail