I bambini piangono con il tono della lingua materna

pianto bambiniPensavamo che i vagiti e i pianti spiegati dei bambini molto piccoli, prima che comincino a sviluppare il linguaggio, fossero tutti uguali: ci sbagliavamo. Alcuni studi hanno dimostrato che i neonati che piangono hanno già una tonalità ben precisa che dipende dalla lingua usata dalla propria madre, di cui apprendono i suoni già durante le ultime settimane di gravidanza.

Pare che un bambino nato da madre francese tenda a piangere iniziando con toni bassi e poi alzando la voce mentre al contrario un bambino di madre tedesca farà l’esatto opposto. Ma c’è di più: i ricercatori hanno scoperto anche che i dialetti influiscono e analizzando il pianto di bambini nati in diverse parti d’Inghilterra sono emerse ulteriori differenze.

Che dire... anche nel pianto dei più piccoli si nota l’accento del proprio idioma. Ma il motivo? Pare che i bambini tendano ad imitare la propria madre per creare i primi legami affettivi e per attrarre la sua attenzione, che poi è lo scopo principale del pianto.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail