Mamma condannata a 99 anni di carcere per aver incollato le mani della figlia al muro

mamma-condannata-maltrattamenti-bimbaLo stress e il nervosismo di una madre come possono causare un gesto del genere? L'anno scorso Elizabeth Escalona, 23 anni, mamma di cinque figli in preda al raptus aveva malmenato la figlia di due anni, fino a ridurla in coma. E' accaduto in Texas, il dramma per la piccola Jocelin "colpevole" di non riuscire ancora a fare la pipì nel vasino.

La bimba era stata messa in punizione, ed era stata presa a calci e pugni perchè aveva bagnato il letto. Poi, la mamma aveva incollato le mani della figlia al muro con una super-colla. Jocelyn aveva subito una emorragia cerebrale per le botte e per due giorni è rimasta in coma: nel tentativo di staccarsi dalla parete, aveva anche perso parte della cute delle mani.

Il Procuratore Distrettuale, Eren Price, aveva dichiarato: "Solo un mostro incolla le mani della figlia alla parete" ed aveva proposto quarantacinque anni di carcere per la Escalona.

Il Giudice texano Larry Mitchell, ha invece scelto di condannarla a novantanove anni di prigione, una pena severissima ma inflitta con lo scopo di essere "esemplare", secondo me consona alla gravità del gesto. Fortunatamente la piccola si è ripresa ed è per ora sotto la custodia della nonna insieme ai fratelli.

Secondo il Los Angeles Times, la donna ha così dichiarato in tribunale: "Non mi perdonerò mai quello che ho fatto a mia figlia. Tutti devono sapere che non sono un mostro e che amo i miei figli".

Via | Tmnews
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail