Acquistare latte materno sul web non è sicuro

Acquistare il latte materno sul web, un fenomeno in crescita ma è sicuro?

di miriam

La vendita di latte materno sul web, anche se sembra quasi incredibile scriverlo, è un mercato in fortissima crescita, complice forse la crisi economica e il fatto che sempre più mamme non allattano i neonati dopo il parto e tante altre invece sfruttano proprio questa potenzialità. Ma acquistare latte materno dalle donatrici sul web è sicuro? Anche se il latte materno è il top del top per l’alimentazione del bebè, pieno di nutrienti altamenti benefici per il piccolo e mai comparabile con quello in polvere, gli esperti avvertono, il latte non è controllato come quello artificiale e la donatrice potrebbe essere portatrice di malattie pericolose per il neonato o potrebbe assumere farmaci, fumare, bere alcolici o qualsiasi altra cosa nociva per il bambino.

I controlli sullo stato di salute delle mamme che donano il latte materno per la vendita lasciano infatti alquanto a desiderare. Non sempre viene richiesto un certificato di salute con tutte le analisi del sangue nel dettaglio, o verificati tutti i requisiti della donatrice, e anche se in linea di massima pensiamo nella buona fede delle persone, nei fatti dobbiamo diffidare di queste pratiche, per il bene del nostro bambino. Stiamo parlando della salute del neonato, una questione delicatissima soprattutto nei primi mesi di vita, non si può davvero rischiare.

“Le donatrici – ha spiegato Wolfram Hartmann, presidente della Professional Association of Pediatricians – potrebbero assumere medicinali o farmaci, avere malattie infettive come l’Aids o l’epatite. Nessuno può verificare se il latte di una madre sconosciuta è innocuo per un dato bambino”

Quindi possiamo dire che acquistare latte materno sul web non è sicuro, meglio piuttosto rivolgersi in caso di necessità alla Associazione Italiana Banche del Latte Umano Donato.

C’è poi da aggiungere che il latte materno della mamma si adatta alle esigenze nutrizionali dei bebè, è un meccanismo di scambio magico ed individuale, che fa nascere quel particolare ed infinito legame tra mamma e bebè. Quello di una donatrice non potrà mai equivalere al latte di mamma, e in alcuni casi potrebbe essere addirittura più nutritivo il latte artificiale. Care mamme, se potete non rinunciate mai ad allattare il vostro bimbo dal primo momento in ospedale, sappiamo bene che è duro, doloroso, e non sempre da sogno come ci fanno pensare, ma passati gli ostacoli, è il primo grande regalo che facciamo al nostro piccolo.

Via | Salute24

Foto | Getty