Quali diete in gravidanza si possono seguire per non ingrassare troppo

Probabilmente fino ad oggi vi siete nascoste dietro il concetto che in gravidanza bisogna mangiare per due, ma ora è arrivato il momento di superare l'idea e dedicarvi al vostro benessere e a quello del bebè in arrivo. Pur se le vere e proprie diete in gravidanza sono sconsigliate, perché è indispensabile assumere tutti i nutrienti utili per evitare disfunzioni del nascituro, è importante seguire un regime alimentare sano con il giusto equilibrio di proteine, carboidrati e grassi.

Tenendo sempre ben presente che orientativamente il fabbisogno giornaliero di calorie da introdurre varia da circa 2000 a 2500 calorie (indicazione di massima), con non meno di 1600 calorie giornaliere per non causare un ritardo dello sviluppo fetale, è possibile non ingrassare troppo seguendo piccoli e costanti accorgimenti alimentari:

  1. Seguire la famosa "piramide alimentare" in proporzioni corrette.
  2. La base dell'alimentazione deve essere composta da frutta e verdura, che, insieme al livello successivo dei cereali, rappresenta la maggior fonte nutriente.
  3. Consumare nell'arco della giornata almeno cinque porzioni di frutta e verdura e una porzione di cereali ad ogni pasto.
  4. L'assunzione di pesce e legumi è consigliato tre/quattro volte alla settimana.
  5. Carne sempre cotta due volte alla settimana
  6. Latte e yogurt una porzione tutti i giorni
  7. Uova cotte una volta alla settimana
  8. La punta della piramide è composta da grassi da condimento e dolci, che non vanno eliminati, ma devono essere introdotti in quantità molto ridotte.
  9. Variare quotidianamente la scelta dei cibi è un aspetto molto importante.
  10. Qualora sia necessario, a seguito di un consulto medico, si può integrare l'alimentazione con ferro, vitamina A, vitamina D, vitamina C, acido folico, calcio, fosforo e magnesio.

Foto | Flickr
Via | Asl - Milano

  • shares
  • Mail