Allattare non abbassa la vista, cade così l'ultima leggenda sulla maternità


Allattare non danneggia la vista. È un po’ una paura comune delle mamme miopi in attesa quella di perdere qualche diottria durante l’allattamento. Per quale motivo? In realtà perché da anni si narra questa leggenda, che si è ormai radicalizzata nelle credenze popolari. È davvero così? Pediatri e oculisti hanno deciso di fare un po’ di chiarezza su questo tema e soprattutto rassicurare le donne.

L’allattamento non danneggia la vista. Se la donna soffre di miopia (ovvero non ci vede bene da lontano) non avrà alcun peggioramento qualora decidesse di allattare al seno il proprio bambino. Ci sono dei casi, molto rari, di abbassamento temporaneo, che si risolvono con lo svezzamento del piccolo. Non esiste quindi una preoccupazione che debba ostacolare questo momento di tenerezza, molto importante per la salute del bimbo.


Diverso è se la mamma soffre di gravi lesioni a carico della retina, patologie e anemie importanti. In questo caso, si consiglia di essere attente e consultare uno specialista. L’allattamento al seno è consigliato a tutte le donne, perché il latte materno contiene tutti i nutrienti fondamentali per soddisfare la crescita e lo sviluppo del piccolo nel migliore dei modi.

Per rinunciare quindi a questo vantaggio ci devono essere dei validi motivi, ma solo un medico può dirlo. Non lasciatevi suggestionare da credenze popolari. Ricordiamo che il latte della mamma stimola anche le difese immunitarie del bambino, grazie alle cellule e agli anticorpi in esso contenuti. Non è un vezzo.

Via| LaStampa
Foto| Getty Images

  • shares
  • Mail